NASPI marzo 2021, le novità sul pagamento: c’è una proroga

Naspi marzo 2021: scopriamo tutte le novità sul pagamento di questo mese ma anche la proroga prevista nel Decreto Sostegni

Naspi marzo
Soldi portafoglio (Foto Pixabay)

Nel mese di marzo 2021 ci sono da segnalare importanti novità in merito al pagamento della NASPI. Dettagli che sono contenuti nel Decreto Sostegno nella sezione dedicata al lavoro. Scopriamo di cosa si tratta, soprattutto in merito alla indennità di disoccupazione. Generalmente il pagamento della rata mensile del provvedimento a sostegno dei lavoratori arriva nella prima decade del mese, o al massimo entro i primi 15 giorni.

Questo slittamento può variare da tanti fattori, primo tra tutti quello del momento della presentazione della domanda. Ma andiamo a scoprire la più importante delle novità che interessano i lavoratori. Parliamo della proroga di due mesi prevista dal decreto, con lo stanziamento di 10 miliardi con tanti aiuti alle aziende ed ai lavoratori.

Leggi anche: Festa del papà, la Tim lancia questi smartphone a prezzi super

Cosa deve fare chi non ha ricevuto ancora in pagamento? E’ l’INPS l’Ente preposto al pagamento della Naspi, quindi i lavoratori che ancora non hanno ricevuto il pagamento possono controllare la loro situazione personale nel fascicolo previdenziale direttamente dal sito dell’INPS.

Naspi marzo 2021, c’è la proroga di due mesi

Naspi marzo
Banconote (Foto Pixabay)

Naspi mese di marzo, arriva la proroga di due mesi. Questa la principale novità prevista dal Decreto Sostegni 2021, con lo stanziamento di 10 miliardi per la sezione lavoro che rappresenta un ulteriore intervento da parte del governo nei confronti dei lavoratori in difficoltà. Ma nel decreto non è questa l’unica notizia positiva da segnalare.

Infatti si segnala anche il rifinanziamento della CIG fino al mese di giugno 2021, ma anche lo stop ai licenziamenti dei lavoratori per le imprese che hanno la CIG fino al 30 giugno. Come anticipato, il Decreto Sostegni ha prorogato l’indennità di disoccupazione NASPI per altri due mesi.

Leggi anche: Superbonus 110, visto di conformità: arriva l’evento formativo. Ecco quando

I lavoratori non dovranno fare nulla, in quanto sarà l’INPS a fare i controlli dovuti ed il rinnovo sarà automatico. L’importo resterà uguale a quello dell’ultima mensilità percepita per la prestazione ordinaria. La sezione inerente al lavoro prevede anche altre novità importanti. La prima è quella del rifinanziamento del Reddito di Cittadinanza. La seconda quella del Reddito di Emergenza stanziato per un numero maggiore di beneficiari.