Bonus Cashback, c’è un’opzione che può avvantaggiarti

Il bonus cashback è stato al centro di molte discussioni e polemiche nelle scorse settimane, ma oggi c’è un’opzione che può avvantaggiarti.

Bonus Cashback
Pixabay

Il bonus cashback o cashback di stato, è stato fortemente voluto dal Governo per limitare al minimo i pagamenti non tracciabili, ossia con contanti. In questo modo diminuisce sensibilmente anche la possibilità di pagamenti in nero. Ovviamente come incentivo viene fornita una percentuale di rimborso per quello che si è speso.

Entrando nel dettaglio al cittadino viene rimborsato il 10% ogni sei mesi a patto che in questo lasso di tempo siano state effettuate un minimo di 50 transazioni. Inoltre per ogni transazione il massimo ritorno consentito è di 15 euro, quindi con il rimborso massimo che ammonterà a 150 euro a semestre.

Leggi anche: Bonus Cashback, poco probabile il rinnovo per il 2022

Bonus Cashback: un’opzione che può avvantaggiarti

Il Cashback di Stato rischia la chiusura anticipata?
Il Cashback di Stato rischia la chiusura anticipata? (foto: pixabay)

Per poter partecipare a questa iniziativa ci sono due possibilità: utilizzare lo SPID o l’app IO. Per ottenere il sistema pubblico di identità digitale è necessario recarsi presso un qualsiasi ufficio postale e completare la procedura di registrazione. Nel secondo caso, invece, basta semplicemente accedere al sistema di servizi del proprio cellulare e scaricare l’applicazione richiesta. Nella schermata si aprirà immediatamente la voce Piano Italia Cashless- Cashback, basterò cliccarci per aderire.

Discorso completamente diverso per quanto concerne il Supercashback, ovvero un bonus da 1500 euro garantito alle 100mila persone che nel semestre di riferimento hanno effettuati il maggior numero di transazioni. Una classifica che viene aggiornata quotidianamente tiene aggiornati gli utenti sul posizionamento e le varie modifiche in corso.

Leggi anche: Bonus cashback, i furbetti da divano: così scalano la classifica da casa 

Purtroppo nelle ultime settimane sul web stanno circolando una serie di “trucchi” che alcuni utenti starebbero usando per scalare la classifica. Questa corsa al premio se da una parte sta spingendo diversi cittadini a prendere dimestichezza con l’utilizzo della carta di credito, dall’altra sta mortificando il senso iniziale dell’iniziativa del bonus cashback.