Bonus baby sitter, da ora anche per gli autonomi: i nuovi importi

Il bonus baby sitter previsto dal decreto Sostegno sarà accessibile anche ai lavoratori autonomi: lo conferma il Ministero. 

Assegno Unico
(Pixabay)

Tra gli aiuti promessi con il Dl Sostegno in arrivo anche il bonus baby sitter, pensato per i lavoratori con figli a carico che si trovano in difficoltà a causa della chiusura delle scuole. C’è però un’importante novità sul piatto: il bonus sarà riconosciuto non solo ai lavoratori dipendenti, ma anche alle partite Iva e ai lavoratori autonomi. A confermarlo la stessa Elena Bonetti, Ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia, in un post pubblicato sul suo profilo Facebook:

“Si tratta di 290 milioni di euro per far fronte alle difficoltà delle famiglie, in seguito alle nuove misure restrittive che si rendono necessarie per contrastare la diffusione del Covid-19,” scrive la Bonetti parlando del sussidio, “Tutelare le lavoratrici e i lavoratori è una priorità, unitamente al diritto dei minori di essere accompagnati in questa fase di ripresa della didattica a distanza.”

La Ministra aggiunge poi che il bonus sarà esteso, oltre che alle forze dell’ordine e agli operatori sanitari (rientranti tra le categorie di lavoratori essenziali), anche a liberi professionisti, lavoratori autonomi e titolari di partita Iva.

Leggi anche: Arriva l’assegno unico per famiglie: importi più alti, come funziona

Bonus baby sitter: i nuovi importi

I lavoratori che rispettano i requisiti necessari ad ottenere il bonus riceveranno un contributo economico per ogni figlio minore: di esso potranno usufruire entrambi i genitori ma alternativamente, e solo se non hanno la possibilità di lavorare in smart working.

I congedi saranno retroattivi dal 1 gennaio 2021 e retribuiti al 50% sotto i 14 anni. Dai 14 ai 16 anni saranno fruibili senza retribuzione. Per le nuove categorie previste, ovvero operatori sanitari, forze dell’ordine e lavoratori autonomi, l’importo del bonus arriva fino a 100 euro a settimana.

Leggi anche: Pensione, come andarci a qualsiasi età con Quota 41

Niente è ancora stato precisato, invece, sulle modalità di presentazione della domanda:per questo sarà necessario attendere la pubblicazione del testo ufficiale del Decreto e le successive disposizioni attuative.