Boris Johnson, 12.500 sterline per pranzi e cene bio a domicilio

Dall’inizio della pandemia, Boris Johnson e la sua compagna si rivolgono a una catena londinese specializzata in cibo bio di lusso.

Boris Johnson
Foto da profilo Facebook del primo ministro inglese

Le spese alimentari per la nuova dieta salutista di Boris Johnson ammontano a circa 12.500 sterline, pari a quasi 14.500 euro. Secondo quanto riportato da TgCom24 – che ha ripreso la notizia dal Daily Mail -, il primo ministro inglese e la sua famiglia si sarebbero fatti recapitare decine di pranzi e cene a domicilio da Daylesford, celebre catena londinese di negozi di gastronomia bio di lusso. A riportarlo è il Daily Mail.

A spingere verso queste abitudini sarebbe stata la giovane compagna e futura terza moglie, Carrie Symonds.

In totale, secondo i conti fatti dai tabloid britannici, la famiglia Johnson avrebbe ordinato circa un centinaio di prodotti per un valore complessivo di circa 12.500 sterline.

Downing Street ci ha tenuto a sottolineare, attraverso un portavoce, che tutto il cibo consegnato al premier Johnson nella residenza privata istituzionale “per il consumo personale” è pagato privatamente dal primo ministro.

Leggi anche: Pensione sociale INPS: come riceverla senza i contributi versati

Boris Johnson, le critiche sulle spese

Boris Johnson
Foto da profilo Facebook del primo ministro inglese

La notizia si inserisce in un discorso molto più ampio. Da tempo, infatti, l’opposizione laburista avanza una serie di critiche relative alle spese sostenute dalla residenza del primo ministro inglese.

Leggi anche: Spese sanitarie disabili: quali si possono dedurre dalle tasse?

Al centro dell’attenzione ci sarebbero Carrie Symmonds e i costi della sala stampa che sarà resa operativa a breve. Quest’ultimo progetto nasce dal nuovo concetto di briefing in stile Casa Bianca americana sostenuto dalla nuova responsabile della comunicazione di Downing Street, l’ex giornalista Allegra Stratton.