Congedi retroattivi, Bonetti: “Confermati e retribuiti al 50%”

Congedi retroattivi, arriva un importante annuncio della ministra per le Pari opportunità e la Famiglia. Ecco quanto dichiarato in diretta. 

Foto Pixabay

I congedi retroattivi, col nuovo Dl Sostegno atteso nei prossimi giorni, saranno estesi e retribuiti al 50%. Lo annuncia Elena Bonetti, ministra per le Pari opportunità e la Famiglia, intervenuta quest’oggi ai microfoni di Radio Capital. “Ho personalmente inserito una misura retroattiva affinché le misure scadute lo scorso dicembre venissero prolungate. Parliamo quindi di congedi straordinari dovuti all’emergenza Covid-19 per chi ha figli fino a 16 anni di età. La misura prevede il diritto allo smart-working, sostegni economici come un nuovo voucher babysitter per i lavoratori autonomi e le partire Iva”, riferisce.

Leggi anche: Cassa integrazione partite IVA: i requisiti per ottenerla

Congedi retroattivi, annuncio in diretta 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Elena Bonetti (@elenabonetti)

 La decisione, come ormai noto, è relativa alle tantissime famiglie che, a causa delle scuole chiuse per causa di forza maggiore, si ritrovano i bambini a casa con inevitabili difficoltà considerando il lavoro e i piccoli a cui badare. Tuttavia smart-workng e congedo sono usufruibili solo da un solo genitore alla volta, a meno che uno dei due non abbia altri figli relativi a un altro precedente rapporto. Per quanto riguarda invece il bonus baby sitter, questo è stato appunto prorogato con le medesime modalità attuate fino alla sua scadenza.

Leggi anche: Bonus asilo, ufficiale per il 2021: chi sono i beneficiari

Bisognerà pertanto procedere attraverso il Libretto Famiglia Inps, la modalità utilizzata dall’Istituto nazionale della previdenza sociale per le erogazioni. Il voucher ha un valore massimo di 1.200 euro, a eccezione per il personale sanitario e del comparto difesa, soccorso e sicurezza per i quali la cifra arriva fino a 2.000 euro. La domanda è presentabile sul sito dell’Inps nella sezione ‘Servizi on line’, per poi accedere alla voce ‘bonus servizi baby-sitting’, o chiamando i numeri 803.164 dal fisso o 06 164.164 dal mobile o rifacendosi a un patronato autorizzato.