Tesla, Elon Musk incassa un miliardo e mezzo di dollari di crediti green

Tesla, la società di Elon Musk, ha incassato un miliardo e mezzo di crediti green venduti ad aziende più inquinanti.

Tesla, Elon Musk incassa un miliardo e mezzo di dollari di crediti green
Tesla, Elon Musk incassa un miliardo e mezzo di dollari di crediti green (foto: pixabay)

Elon Musk a guadagnato un miliardo e mezzo vendendo i crediti green ad altre realtà che inquinano, tra cui Fiat Chrysler. Il sistema è estremamente redditizio per Tesla.

Leggi anche: Attenzione, molti dovranno restituire questo bonus! 

Tesla e il sistema dei crediti di compensazione

Tesla, Elon Musk incassa un miliardo e mezzo di dollari di crediti green
Tesla, Elon Musk incassa un miliardo e mezzo di dollari di crediti green (foto: pixabay)

Per rispettare i vincoli imposti sull’inquinamento dall’Unione Europea, le aziende devono in qualche modo compensare ciò che riversano nell’atmosfera. Si è quindi generata una sorta di mercato in cui le aziende che trattano tecnologie verdi, e sono quindi meno inquinanti, vendono i propri crediti a quelle aziende che invece inquinano. In questo modo, le emissioni globali di CO2 restano costanti e le aziende non ancora virtuose non incorrono nelle sanzioni della Comunità Europea sull’inquinamento.

Nel 2019, per far fronte a questi vincoli, Fiat Chrysler Automobiles e Tesla hanno stretto un accordo per cui quest’ultima vende crediti green per compensare le emissioni inquinanti. L’accordo è stato stipulato nel 2019 e durerà fino al 2021. L’accordo totale è di 2,2 miliardi di dollari.

Leggi anche: Bonus Inps: arrivano importanti novità in Italia 
Questo sistema ha generato, solo nel 2020, 1,58 miliardi di dollari per Tesla. Zachary Kirkhorn, CFO di Tesla, ha recentemente toccato l’argomento dei crediti e di come possano essere implementati in un modello di business. “A lungo termine, le vendite di crediti regolamentari saranno una parte sostanziale del business ma non si può pianificare l’attività in base a questi.” I buoni numeri di questi anni, quindi, sono accolti positivamente ma il gruppo non vi fa affidamento per una fetta costante di guadagni. “Probabilmente, per i prossimi trimestri gli introiti resteranno importanti, ma non è detto che sia così“.

I guadagni di Tesla sono poi stati frutto di accordi fatti durante il trimestre preso in considerazione, l’ultimo trimestre del 2020, e non preventivati.

Una variabile da tenere in considerazione è, ovviamente, l’eventuale volontà delle aziende che ora inquinano di riconvertirsi a una produzione dall’impatto ambientale minore. Questa riconversione farebbe diminuire i guadagni delle società che, come Tesla, lavorano con le energie rinnovabili.