Domande di moratoria, oltre 2.7 milioni di euro a imprese e famiglie 

Domande di moratoria, ecco lo scenario in Italia in tempi di crisi economica causa Covid-19. 

Pixa

Oltre 2.7 milioni di euro. E’ questa cifra che ammonta il totale delle domande di moratoria sui prestiti, con quota 141 miliardi di richieste di garanzie per i finanziamenti che riguardano le imprese di tutti i tipi. Lo evince un’indagine che ha studiato il numero e gli effetti di tali richieste presentate attraverso il Fondo di Garanzia.

Domande di moratoria, la situazione in Italia 

Prelievo fiscale
Pixabay

Si tratta di una delle varie misure attuato dal governo per fronteggiare la crisi economica innescata dal Covid-19, un modo per offrire immediata liquidità a tutte quelle imprese e non solo paralizzate dal lockdown e le varie restrizioni successive tutt’ora valide per molte categorie.

Secondo quanto si evince, fino alla seconda settimana di febbraio sono stati appunto quasi 3 milioni le domande o comunicazione di moratoria su prestiti per un totale di 295 miliardi di euro. Tra tutte queste il 95% dovrebbe essere stato già accettato dalle banche, un 1% sarebbe sotto esame e un 4% si sarebbe visto respinto per mancanza di requisiti.

Leggi anche: Inps, esonero dei contributi previdenziali per altre 8 settimane

Tra queste ci sarebbero 190 miliardi di euro a favore delle società non finanziarie, le quali rappresentano in questo disegno il 43%, a cui si aggiungono poi i 154 miliardi per le piccole e media imprese. Le singole famiglie hanno invece usufruito di un capitale totale di 95 miliardi di euro per oltre 200 mila domande relative alla sospensione del mutuo sulla prima abitazione. A tal proposito le moratorie rivolte ai nuclei familiari hanno registrato 574 mila adesioni per un totale di 27 miliardi di prestiti.

Leggi anche: Irpef, alcuni cittadini potrebbero pagare circa 3 mila euro in più

Tuttavia non finisce qui: secondo quanto riferisce Banca d’Italia, le richieste per l’accesso al Fondo di Garanzia sono proseguite nella seconda parte di febbraio superando anche il muro del milione e mezzo per un totale di quasi 138 miliardi. Numeri, quindi, che sono in forte salita con dati che presto andranno nuovamente aggiornati.