Lavazza, ringrazia i suoi dipendenti con un bonus stellare

Lavazza ha riconosciuto l’impegno dei suoi dipendenti – nonostante le difficoltà del 2020 – con un generoso bonus.

Lavazza
Pixabay

Il Gruppo Lavazza ha comunicato un nuovo bonus produttività per i suoi dipendenti con un post su Twitter. Ad essere premiato è l’impegno dei collaboratori che ha permesso al noto brand di continuare la produzione e di raggiungere “specifici obiettivi di miglioramento continuo delle performance. Per gli Stabilimenti di produzione il premio più alto di sempre“.

La nota parla di ben 3.500 euro lordi che saranno riconosciuti agli oltre 600 collaboratori degli stabilimenti produttivi di Torino e Gattinara (VC). Tale bonus si va da aggiungere a quelli già riconosciuti per i mesi di marzo e aprile 2020 dal valore di 500 euro. In quel caso il premio era stato corrisposto per il lavoro svolto in presenza durante il periodo più critico dell’emergenza sanitaria da Coronavirus.

Previsto un bonus anche per i collaboratori dell’impianto di Pozzilli (IS) e per il centro direzionale dal valore economico di 2.500 euro.

Leggi anche: Cartelle esattoriali, in arrivo la cancellazione di 60 milioni di atti

Lavazza, il riconoscimento ai collaboratori

Lavazza
Pixabay

Il Gruppo ha precisato che i dipendenti potranno decidere se utilizzare il premio in denaro oppure utilizzare l’intero importo al netto “attraverso un’ampia offerta di servizi welfare per loro e le loro famiglie con un ulteriore bonus del 10% da parte dell’azienda”.

Leggi anche: IMU prima casa: torna l’incubo. Draghi ci serve la stangata?

Lavazza ha rivelato, inoltre, di essersi confermata anche nel 2021 tra i Top Employers italiani. Obiettivo perseguito grazie a un percorso di miglioramento costante che mette al centro le persone e alla continua ricerca della perfezione nei processi e nelle strategie delle risorse umane.

Enrico Contini, chief human resources officer di Lavazza, ha commentato questa notizia asserendo che il riconoscimento ottenuto evidenzia il successo del loro modello di HR “orientato al futuro, al digitale, alla cura e attenzione per le persone, ancor di più in un momento complesso come quello che stiamo vivendo“.