Il superpremio del bonus Cashback da 1.500 euro rischia di essere bloccato fino a dicembre.

Bonus Cashback
Pixabay

Il bonus Cashback prevede un premio semestrale dal valore di 1.500 euro per i primi 100 mila che eseguiranno più transazioni con metodi di pagamento digitali nel semestre. Tale importo potrebbe essere congelato dal Ministro dell’Economia fino a dicembre.

Tra le ipotesi circolate in questi giorni c’è anche quella dell’abolizione del super cashback, il che consentirebbe allo Stato di risparmiare ben 500 milioni di euro. Resterebbe in vigore soltanto il cashback ordinario, ovvero la corresponsione fino a 150 euro per chi esegue almeno 50 transazioni in sei mesi.

Leggi anche: Bonus Cashback, è ora possibile presentare i reclami per i rimborsi

Bonus Cashback, i problemi tecnici e la proposta del governo

Bonus Cashback
Pixabay

Sul portale di cashless Italia si può leggere che: “Ogni 6 mesi i primi 100.000 cittadini a fare più transazioni avranno 1.500 Euro”. Si sottolinea, inoltre, che “conta il numero di transazioni, non gli importi spesi (ad es. un caffè vale come un televisore)“.

Quindi, per vedersi corrispondere il bonus il numero transazioni eseguite è fondamentale. Al momento, però, su questo argomento c’è un vero e proprio vuoto legislativo.

Leggi anche: Bonus Cashback, come presentare i reclami per ricevere i soldi dovuti

L’esecutivo sta lavorando per bloccare i micro-pagamenti effettuati con fine fraudolento. Così, per il momento si dovrebbe andare verso l’interruzione del super cashback. La società PagoPa, invece, sta procedendo con i controlli per scovare i pagamenti da escludere dal programma. In particolare, i suoi tecnici stanno studiando un algoritmo che non registri i piccoli pagamenti ripetuti.

Bruno Bearzi, membro della Federazione italiana gestori impianti stradali carburanti di Confcommercio, ha dichiarato al quotidiano Messaggero di ritenere opportuna la decisione del posticipo. Solo così, infatti, si potrà “dare il tempo ai tecnici di individuare soluzioni tecnologiche in grado di isolare le micro-transazioni quando sono opera di furbetti.”