Con il governo Draghi rischiano di saltare diversi bonus previsti dalla Legge di Bilancio 2021, ma per i quali non sono stati ancora varati i decreti attuativi.

Bonus
Pixabay

Molti dei bonus introdotti con la Legge di Bilancio 2021 potrebbero non essere confermati dal governo guidato dal premier Mario Draghi. Sono diverse le famiglie italiane in difficoltà che stavano aspettando queste misure per sostenere alcune spese importanti.

Parte dei provvedimenti previsti, infatti, non sono ancora stati resi attuativi da un decreto. Ora è tutto nelle mani dei nuovi ministri che dovranno decidere se confermarli oppure no.

Leggi anche: Bonus Collaboratori Sportivi, il destino del beneficio con il governo Draghi

Bonus, lista dei provvedimenti a rischio

Bonus
Pixabay

Tra le misure che rischiano di non vedere la luce c’è il bonus occhiali che prevede l’erogazione di un voucher dal valore di 50 euro per i nuclei familiari con Isee inferiore a 10 mila euro. Ovviamente il credito dovrà essere utilizzato per l’acquisto di occhiali o lenti a contatto correttive. La conferma per questo provvedimento deve arrivare dal ministro della Salute, Roberto Speranza. Considerato il perdurare della complicata situazione derivante dal Covid, è plausibile pensare che il beneficio resterà inattuato per molto tempo.

Altro provvedimento che potrebbe saltare è l’incentivo per l’acquisto di smartphone. In particolare, si sta parlando dell’agevolazione per usufruire di un cellulare in comodato d’uso connesso a Internet, con un abbonamento a due organi di stampa e l’app Io. La misura è stata pensata per le famiglie con un Isee inferiore a 20 mila euro. In questo caso, si dovrà aspettare la conferma del responsabile del nuovo ministero dell’Innovazione tecnologica e transizione digitale, Vittorio Colao, e del presidente Mario Draghi.

Leggi anche: Bonus condizionatori anche per il 2021: cos’è e come funziona

Infine, resta a rischio anche l’agevolazione per l’acquisto dell’auto elettrica. Il provvedimento consiste in uno sconto del 40% sull’acquisto di una macchina a zero emissioni per le famiglie con Isee inferiore a 30 mila euro.