Il bonus collaboratori sportivi è momentaneamente in stand by dal momento che il nuovo governo Draghi ancora non si è pronunciato sulla misura.

Bonus collaboratori sportivi
Pixabay

Il ministro dello Sport dell’ex governo Conte, Vincenzo Spadafora, aveva annunciato a fine gennaio la proroga del bonus collaboratori sportivi per via del persistere dello stato d’emergenza. Con l’avvento dell’esecutivo di Draghi, però, non è stato designato un successore di Spadafora, quindi, tutte le decisioni fanno capo direttamente al premier.

Allo stato attuale, Mario Draghi non si è ancora pronunciato su tale misura. Per la decisione ufficiale bisognerà attendere le prossime settimane.

Il settore dello sport è uno dei più colpiti dall’emergenza sanitaria da Coronavirus. Piscine e palestre sono chiuse ormai da mesi e gli impianti sciistici non potranno aprire prima del 5 marzo 2021. Le perdite economiche derivanti da queste restrizioni continuano ad aggravarsi mentre si continua a restare in attesa dell’approvazione del Decreto Ristori 5.

Leggi anche: Bonus Collaboratori Sportivi, pagamento per 17mila domande sospese

Bonus Collaboratori Sportivi, cosa accadrà con il governo Draghi

Bonus collaboratori sportivi
Pixabay

I collaboratori sportivi avrebbero dovuto ricevere un beneficio per il periodo compreso tra il primo gennaio e il 5 marzo. La somma sarebbe dovuta essere corrisposta in un’unica soluzione.

Ovviamente queste tempistiche non sono state del tutto rispettate – i tempi di erogazione si sono dilatati – a causa della crisi di governo. Il nuovo esecutivo, infatti, è divenuto operativo soltanto dopo aver ricevuto la fiducia da Camera dei Deputati e Senato.

Leggi anche: Bonus collaboratori sportivi, ancora nessuna notizia dal Governo

Al momento la delega per l’operato del Ministero dello Sport è nelle mani del premier incaricato Mario Draghi. Questo perché non è stato nominato nessun ministro. Il destino di questo beneficio sarà molto più chiaro quando si completerà la squadra di governo con le nomine dei sottosegretari.

Rimangono, inoltre, in sospeso alcuni dettagli come le cifre del bonus, i tempi di corresponsione e le modalità.