Il prelievo può costarti caro. Leggi le nuove regole in arrivo per i prelievi Bancomat prima di pagare costi elevati.

atm

E’ in arrivo un possibile aumento per il prelievo. Ecco cosa sta valutando Bancomat Spa per questo nuovo 2021.

Potrebbe esserci una spiacevole novità in questo 2021 sul fronte prelievi. Bancomat Spa, infatti, starebbe ragionando su una nuova tassa che andrebbe a colpire proprio il prelievo di contanti presso i vari sportelli delle città di appartenenza.

Aumento in arrivo per il prelievo Bancomat

La stretta, tuttavia, riguarderebbe solo coloro che si rifanno a una banca diversa da quella di cui si è clienti.

Ovvero, quando solitamente si va ad un bancomat di una banca diversa dalla nostra. Una situazione abituale per qualcuno, piuttosto rara invece per altri e solita solo in momenti d’urgenza o quando non si è nel proprio contesto.

Leggi anche: Bonus Cashback, le transazioni necessarie per ricevere i 1.500€

La possibilità di un aumento, tuttavia, è avanzata direttamente dall’Autorità garante attraverso il proprio sito. Secondo quanto vi si legge, potrebbe esserci:

“la sostituzione delle commissioni interbancarie con l’applicazione al titolare della carta di una eventuale commissione definita in via autonoma da ciascuna banca proprietaria dell’ATM”.

Il che, appunto, significherebbe una piccola tassa aggiuntiva ogni volta che si preleva da un erogatore di contanti diverso da quello a cui dovremmo rifarci.

Leggi anche: Bonus affitto, cessione del credito d’imposta: rilasciato nuovo modulo

Oltre ad allineare il più possibile i clienti verso il proprio sistema bancario di riferimento, è un modo questo anche per incentivare al pagamento digitale direttamente via carta.

Questa commissione, qualora la riforma venisse effettivamente approvata, secondo le ultime indiscrezioni potrebbe essere pari al valore di 0.50 centesimi.