Effetto pandemia sui consumi bio degli italiani. Dai recenti dati elaborati da Nielsen e Assobio, sembra che gli Italiani abbiamo aumentato di ben il 7% il consumo di prodotti biologici con un assoluto boom degli acquisti fatti online.

Consumi Bio in aumento, è l'effetto della pandemia
Consumi Bio in aumento, è l’effetto della pandemia (foto: Pixabay)

I consumatori di prodotti bio nel 2020 sono cresciuti del 7% rispetto al 2019, con un giro di affari di 4,3 miliardi di euro. In particolare, si è registrata una vera impennata nell’acquisto di questo genere di prodotti online.

Leggi anche: Agricoltura biologica: in Europa cresce il bio

Consumi bio: consumatori più attenti alla qualità

Consumi Bio in aumento, è l'effetto della pandemia
Consumi Bio in aumento, è l’effetto della pandemia (foto: pixabay)

Come è cambiato lo shopping in linea generale durante il 2020, anche gli acquisti di prodotti bio sono aumentati sugli e-commerce: 150% in più. In generale, osserva Roberto Zanoni, presidente di Assobio,il consumatore italiano sta prestando sempre maggiore attenzione alla qualità, alla sicurezza, con uno sguardo rivolto anche alla corretta politica dei prezzi“.

Consumatori più consapevoli quindi di ciò che si mette nel carrello, che sia quello fisico dei supermercati o quello digitale. Ma c’è da dire che, parte di questi numeri in crescita, sono dovuti anche agli acquisti fatti proprio nella grande distribuzione dove le grandi catene stanno via via ampliando la propria offerta di prodotti bio.

In particolare sono le marche dei distributori ad aver visto l’aumento maggiore coprendo quasi la metà degli acquisti bio in negozio. Nei discount, dove di nuovo si assiste ad un ampliamento dell’offerta, l’aumento delle vendite è stato del 12% su base annua. Ultimi i negozi specializzati con un aumento comunque da considerare: 10%.

Leggi anche: Inchiesta cibo spazzatura su Arte TV, cosa c’è nel cibo che mangiamo?

La pandemia e il lockdown hanno messo i consumatori italiani nelle condizioni di ripensare in parte i propri modelli di consumo, cercando la sostenibilità. “Auspichiamo,” conclude Zanoni nella presentazione dei dati, “che il prossimo Governo ponga massima attenzione alla strategia “Farm to Fork”, definita dalla Commissione come il cuore del Green Deal con la consapevolezza che vi siano legami tra persone sane, società sana e pianeta sano“.