RED, un documento importante da inviare per i pensionati

Pixabay

Il modello RED è una dichiarazione da presentare nel caso si percepisca dall’INPS una qualche forma di sussidio. Con questo documento si verifica che l’intestatario conserva  ancora il diritto a determinate provvidenze.

Il RED è da inviare per chi percepisce pensioni di invalidità o simili, e assegni sociali. La scadenza è prevista per il primo marzo 2021 ed è importante da rispettare se non si vuole incorrere in sospensioni del pagamento.

Questo documento può essere inviato o attraverso un Caf o patronato oppure per mezzo del servizio telematicoDichiarazione reddituale-RED semplificato dell’INPS. Non provvedere per due anni questo modello causa la temporanea cessazione del trattamento di pensione. Anche un semplice errore di compilazione potrebbe inficiare la continuità dei pagamenti.

Leggi anche: Inps, sospensione contributi per queste categorie di lavoratori

Inps, chi sono le persone che devono inviare il modello RED

Pixabay

Il modello RED deve essere inviato anche da quei pensionati che percepiscono un provento dall’estero per un lavoro autonomo o dipendente prestato in passato. Anche per chi ha avuto un contratto di collaborazione coordinata e continuativa o per chi percepisce un reddito da altri immobili o grazie a interessi bancari. L’invio del documento è obbligatorio anche per chi percepisce pensioni ai superstiti o per lavori di tipo assistenziale o incassa rendite vitalizie. Non ha l’obbligo di consegna del RED chi ha presentato il 730 o ha fatto pervenire il modello redditi PF e non ha entrate rilevanti per la prestazione. 

Leggi anche: Bonus Inps da 1.000€: scadenza e procedura per il riesame

Le persone che hanno ricevuto dei solleciti, riguardanti la comunicazione dei redditi relativi agli anni 2018 e 2019, sono ancora in tempo a presentare il modello RED entro il primo marzo 2021.