Bonus cashback, arrivano provvedimenti da parte del Ministero dell’Economia per limitare i furbetti che provano a scalare la classifica con vari escamotage. 

Bonus Cashback
Pixabay

Stretta in arrivo sul fronte cashback per limitare furbetti ed escamotage vari. Come ormai noto, infatti, oltre a un premio di 150€ vi è un ulteriore bonus di 1.500€ per i primi 100.000 iscritti che effettueranno il maggior numero di operazioni entro il prossimo giugno.

Da lì allora sono stati in tantissimi che hanno iniziato a muoversi in maniera tutt’altro che lecita al fine di ottenere più transazioni possibili in pochi giorni, creando non poche polemiche tra esercenti che si sono visti praticamente presi in giro a più riprese.

Potrebbe interessarti anche: Truffa Amazon, attenti: tentativo per rubare dati bancari

Bonus cashback, provvedimenti in arrivo 

Bonus Cashback
Pixabay

C’è per esempio chiede di fare operazioni diverse per una spesa di 20€ totali o chi torna in negozio 4-5 volte pure di sommare sempre più operazioni digitali. Si registrano in particolare veri e propri assalti notturni ai distributori di benzina, quando non vi è nessun controllo, così da fare il pieno ma sommando più operazioni alla volta. Senza dimenticare che per ogni ‘strisciata’ i commercianti, ovviamente, pagano una percentuale alle banche.

Leggi anche: Asciano, vincita da 100 mila euro in un’edicola: non si presenta nessuno

Ecco, allora, il motivo delle polemiche e del perché adesso si prevedono provvedimenti contro le micro-operazioni o in generale le invenzioni di vario tipo. Il Mistero dell’Economia, pertanto, ha avviato una serie di controlli per individuare operazioni sospette ed eventualmente cancellarle anche.

Con movimenti sinistri si intende acquisti di pochi euro – tipo 2€ per esempio o pochi centesimi addirittura – avvenuti nello stesso negozio e in uno strettissimo arco temporale. Oltre alla cancellazione di questi interventi, questi controlli potrebbero portare anche all’esclusione dal concorso per il super cashback.