Durante la malattia il lavoratore è tenuto a rispettare alcuni doveri come l’obbligo di presenza presso il domicilio per la visita fiscale dell’Inps.

Malattia Inps
Pixabay

Quando i lavoratore chiede di essere messo in malattia deve rispettare alcuni doveri. Tra questi, c’è l’obbligo di presenza presso il domicilio per la visita fiscale da parte del medico Inps o dell’Asl.

Nelle situazioni in cui il medico fiscale non riesca ad accertare la presenza del lavoratore malato in casa e quindi verificare il suo stato di malattia, si rischiano conseguenze davvero spiacevoli. Alcune società, infatti, possono disporre anche il licenziamento del lavoratore per inadempienza o cattiva condotta secondo quanto sancito dal decreto n. 206/2017.

Di seguito alcune indicazioni per comunicare tempestivamente all’Inps il cambio di domicilio se si è in malattia.

Leggi anche: Licenziato per aver scattato un selfie con Salvini mentre era in malattia

Malattia Inps, cosa fare se si cambia il domicilio

Malattia Inps
Pixabay

Nonostante alcuni casi di necessità permettano l’esonero della reperibilità, resta obbligatoria per tutti la comunicazione di cambio di domicilio. Così, il lavoratore che deve eseguire questa operazione può farlo da solo accedendo semplicemente al portale dell’Inps.

Questo recente mezzo telematico messo, a disposizione dall’Inps, è una novità che è stata lanciata negli ultimi mesi dell’anno scorso. Il primo passaggio da compiere è quello di accedere al portale con le proprie credenziali e cliccare la sezione “servizi online” e poi “sportello al cittadino per le VMC”.

Un altro modo per arrivare alla pagina corretta, è quello di digitare sulla barra di ricerca in alto nel portale la voce “sportello al cittadino per visite mediche di controllo”. Anche così, il cittadino potrà accedere agevolmente al servizio di cui necessita.

Leggi anche: Inps, indennità di malattia per i lavoratori con un anno di contributi

Una volta raggiunta la pagina corretta, si potrà cliccare sulla voce “indirizzo reperibilità ai fini delle visite mediche di controllo”. Una volta data la conferma il sistema si aggiornerà automaticamente.