Cassa Depositi e Prestiti lancia il nuovo Bonus Edilizi del quale si potrà usufruire per la riqualificazione e l’efficientamento energetico del patrimonio pubblico.

Cassa Depositi e Prestiti lancia Bonus Edilizi, un’offerta composta da tre nuove soluzioni con la quale si posiziona ancora una volta al fianco delle imprese italiane operanti nei settori strategici delle costruzioni e dell’energia. La misura va inoltre a sostegno anche degli enti pubblici per la realizzazione di interventi di riqualificazione ed efficientamento energetico del patrimonio residenziale pubblico.

“Con la nuova offerta Bonus Edilizi, Cassa Depositi e Prestiti si conferma al fianco delle imprese italiane operanti nei settori strategici delle costruzioni e dell’energia, così come degli Enti Pubblici che vogliono realizzare interventi di riqualificazione ed efficientamento energetico. L’obiettivo è favorire il rilancio dell’Italia in ottica di sostenibilità energetica e ambientale” – ha spiegato Paolo Calcagnini, Vice Direttore Generale e Chief Business Officer Cassa Depositi e Prestiti – “Un aiuto concreto che Cassa Depositi e Prestiti mette a disposizione per sostenere la ripartenza di comparti produttivi cruciali dal punto di vista economico e occupazionale, ma provati dall’emergenza Covid-19, e per accelerare lo sviluppo infrastrutturale dei territori”.

Leggi anche: Superbonus 110 per cento: possibile anche in presenza di abusi edilizi

Bonus Edilizi, l’offerta di Cassa Depositi e Prestiti

Bonus Edilizi
Pixabay

Cassa Depositi e Prestiti porta avanti la sua attività di supporto alle imprese italiane e agli Enti pubblici in questa difficile fase causata dall’emergenza sanitaria da Coronavirus. In particolare, lo fa supportando la ripartenza del Paese in un’ottica sostenibile. A renderlo noto è stata la stessa Cassa in una nota.

Leggi anche: Bonus Mobili, si può ottenere cambiando solo il tubo del gas?

L’offerta complessiva Bonus Edilizi si divide in 3 nuovi prodotti. Il primo è la Cessione del Credito di Imposta. Poi è stato previsto l’anticipo di Liquidità, con finanziamenti diretti dedicati alle imprese. Infine, è stato inserito il prestito edilizio.