Di seguito tutte le informazioni che bisogna conoscere sul bonus diabete 2021, in particolare le caratteristiche dei possibili beneficiari.

Per prima cosa si deve chiarire che non esiste un vero e proprio provvedimento economico in favore dei malati di diabete. La possibilità che si ha è quella di ricevere assegni Inps a supporto delle spese e delle limitazioni causate dalla patologia.

Inoltre, va sottolineato che questa malattia si presenta in diverse forme e tipologie. Alcune di queste permettono al paziente di ottenere il riconoscimento di trattamenti previdenziali. Questo discorso è valido soprattuto nel momento in cui siano presenti manifestazioni cliniche più evidenti e invalidanti. Tali forme tendono spesso cronicizzarsi, riducendo e ostacolando la normale esecuzione di compiti lavorativi e quotidiani.

Tra le tipologie più diffuse della patologia compaiono il diabete mellito di tipo 1, di tipo 2 e di tipo 3 che colpisce più frequentemente la popolazione anziana. Inoltre, durante il periodo della gravidanza potrebbe insorgere anche il diabete gestazionale. Altre manifestazioni di questa malattia sono il diabete monogenico e secondario.

Nel momento in cui le manifestazioni cliniche della patologia diventano particolarmente gravi da compromettere l’autosufficienza del paziente, si può fare domanda per ricevere aiuti economici e beneficiare di esenzioni.

Il sussidio Inps per questi cittadini è impropriamente definito bonus diabete. Di seguito tutte le informazioni per sapere a quanto ammonta e a chi spetta.

Leggi anche: Il succo di limone fa bene a chi soffre di diabete?

Bonus diabete, a quanto ammonta e a chi spetta

Bonus diabete
Pixabay

Per apprendere con certezza l’importo dell’assegno mensile che l’Inps versa ad alcuni cittadini diabetici occorre leggere attentamente la circolare 148/2020. In quest’ultima, infatti, compaiono le rivalutazioni delle prestazioni previdenziali per l’anno 2021 e quindi l’aggiornamento degli importi spettanti.

Leggi anche: Truffa Inps, cassa integrazione falsa: azienda italiana rischia grosso

La cifra massima dell’assegno mensile erogato in favore degli invalidi parziali è pari a 287,09 euro ed è subordinato a un limite reddituale di 4.931,29 euro.