Fattura elettronica
Pixabay

Il bonus pc e internet è una delle misure previste per sostenere le famiglie e le imprese, colpite dall’emergenza Coronavirus. Ora, però, la crisi di Governo rischia di farlo saltare.

Il bonus pc e internet rientra tra i provvedimenti presi dal Ministro dello Sviluppo Economico per aiutare le famiglie in difficoltà.

Questo provvedimento, come anche gli altri, non è a rischio se il Governo dovesse cadere a seguito della crisi che si è aperta con le dimissioni dei ministri di Italia Viva.

Come spiega il ministro Stefano Patuanelli, la misura: “serve a garantire a insegnanti e studenti l’utilizzo di strumenti innovativi, sia per supportare le famiglie meno abbienti con appositi voucher“.

L’attuale Governo ha tra i suoi scopi quello di garantire a tutti la possibilità di accesso alle nuove tecnologie, soprattutto alla banda ultralarga. Quest’ultima, infatti, rientrerebbe tra le priorità del ministro Patuanelli.

Leggi anche: Bonus pc, come ottenerlo e i dati sulle richieste 

Bonus pc, la crisi di governo lo mette a rischio

Bonus pc
Pixabay

Per supportare concretamente il progetto sulla banda larga e ultralarga sono stati stanziati circa 600 milioni di euro. L’obiettivo è quello di far avanzare il nostro Paese dal punto di vista tecnologico. Nel caso in cui l’attuale crisi di Governo dovesse portare allo scioglimento delle Camere, questo come tutti gli altri bonus previsti per il 2021 non andranno persi e si potrà continuare a farne domanda.

Leggi anche: Parte ufficialmente il Bonus Pc, chi ne ha diritto e come funziona

Potranno essere annullati solo se il nuovo Governo dovesse appositamente abolirli con un nuovo decreto.

Il bonus pc e internet arriva in un momento fondamentale. L’emergenza sanitaria, infatti, ha costretto diversi lavoratori ad avvalersi delle modalità di smart working e la didattica, per il momento, è garantita per la maggior parte a distanza. In questo modo si cerca di attenuare il divario che c’è tra nord e sud dal punto di vista della connettività.