Fisco Irpef
Pixabay

Pensioni calendario febbraio: ecco i giorni utili per ritirare la somma direttamente in contanti. Confermato anche per questo mese l’erogazione anticipata. 

Anche per gennaio è confermato il pagamento anticipato delle pensioni, una misura introdotta dall’Inps nel 2020 al fine di evitare pericolosi assembramenti in tempi di Covid-19. Così anche per i pagamenti di febbraio scatta l’oramai famoso scaglionamento seguendo una calendarizzazione alfabetica ben precisa e rigorosa.

Pensioni calendario: ecco i giorni 

Pensione Cittadinanza
Pixabay

A tal proposito la data di partenza è il prossimo 25 gennaio: è da questo giorno, infatti, che coloro che ritirano la somma direttamente in contanti possono recarsi nei vari uffici postali. Si comincia con le persone che hanno un cognome che iniziano con le lettere A e B, salvo poi proseguire il 26 gennaio con le lettere C e D e di conseguenza il 27 con le lettere dalla E alla K. Giovedì 28 gennaio, invece, toccherà a coloro il cui cognome inizierà con L fino alla O, mentre il giorno dopo spazio a coloro che vanno dalla P alla R. Infine c’è sabato 30 gennaio da cerchiare in rosso: in questo caso, si concludo l’erogazione per le lettere S e Z.

Leggi anche: Agenzia delle Entrate, multe in arrivo per alcuni contribuenti

Chi invece attende la somma direttamente sul conto corrente dovrà aspettare direttamente qualche giorno in più, partendo precisamente dal prossimo 1 febbraio. Tuttavia si ricorda che è sempre necessario un confronto specifico con i propri uffici postali di riferimento, i quali, per motivi tecnici o organizzativi, potrebbero apportare una modifica a un calendario stilato in maniera generale in Italia ma modificabile leggermente per necessità.

Leggi anche: Bonus Cashback, cosa cambia per i titolari di PostePay e BancoPosta

Si ricorda infine anche la possibilità di ottenere la pensione direttamente a domicilio dagli agenti dei Carabinieri. Possono aderire a tale iniziativa gli over 75 che non hanno un delegato in famiglia e non hanno la possibilità di assegnarne una. Per confermare tale richiesta è necessario recarsi in una caserma vicina oppure contattando Poste Italiane attraverso il numero verde.