Bonus terzo figlio, che cos’è e quali sono i requisiti richiesti per presentare domanda. Vediamo nel dettaglio come funziona. 

Il bonus terzo figlio è un provvedimento contenuto all’interno dell’Assegno Unico Familiare varato dal governo nella nuova Legge di Bilancio. È una misura pensata per offrire un supporto economico ai nuclei familiari che hanno al loro interno tre figli a carico minorenni.

Si tratta di un bonus che viene modificato quasi ogni anno per quanto riguarda i requisiti di accesso, motivo per cui i cittadini interessati a presentare domanda, sono sempre tenuti a restare aggiornati sulle nuove direttive. Rientrano nel bonus anche i figli adottati, o affidati temporaneamente in adozione.

Come spiegato in precedenza, i requisiti richiesti cambiano molto spesso. L’ultima circolare Inps pubblicata in merito, stabilisce che per poter presentare richiesta il nucleo familiare non deve avere un Isee superiore alla cifra di 8.779 euro. 

Leggi anche: Bonus Cashback, come visualizzare i rimborsi dall’app IO

Bonus terzo figlio, ne hanno diritto anche i cittadini extracomunitari

Pixabay

Bisogna inoltre risultare cittadini italiani o dell’Unione Europea, anche se va precisato che hanno diritto a questo assegno anche i cittadini extracomunitari con regolare residenza in Italia e permesso di soggiorni.

La domanda deve essere presentata nel proprio comune di residenza attraverso un apposito modulo che verrà fornito dall’ente. Nel caso in cui l’importo spettante risulti superiore alla cifra di 1.000 euro, l’avente diritto dovrà necessariamente fornire un Iban, in qaunto l’accredito potrà avvenire in quel caso esclusivamente tramite bonifico.

Per quanto riguarda i termini entro cui presentare domanda la prima scadenza è fissata per il 31 Gennaio 2021 e nel caso in cui la richiesta fosse accolta, il pagamento della prima rata avverrà a Luglio 2021, mentre la seconda a Gennaio del 2022. 

Leggi anche: Bonus Governo, aumento record dei crediti Irpef nel 2020

Coloro che invece hanno già presentato richiesta lo scorso anno, nel caso in cui questa fosse accettata, non dovranno fare altro che attendere pochi giorni per disporre dell’importo spettante che sarà erogato entro fine mese.