Bonus mobili: importante comunicazione dell’Agenzia delle Entrate a proposito dell’intervento. Arriva un’altra importante concessione per i cittadini italiani. 

Il bonus mobili è attuabile anche in caso di demolizione e ricostruzione: a chiarirlo è direttamente l’Agenzia delle Entrate. L’ente, attraverso una nuova circolare, ha infatti specificato la situazione. E secondo quanto si apprende, l’incentivo può essere usufruibile anche in caso di demolizione con una successiva volumetria inferiore a quella esistente prima della ricostruzione.

Bonus mobili: il chiarimento dell’Agenzia delle Entrate 

Pixabay

Il tutto a un solo doppio patto: in primis che il tutto sia verificabile e dimostrabile, poi che il restauro dell’edificio avvenga con la nuova e dovuta normativa antisismica. Nel caso non ci dovessero essere le due cose, invece, non sarebbe possibile usufruire del bonus poiché gli interventi verrebbero considerati come nuova costruzione. Si tratta in ogni caso di un’ulteriore concessione non indifferente per chi vorrà sfruttare l’opportunità.

Guarda anche: Bonus Cashback, come visualizzare i rimborsi dall’app IO

Si ricorda che l’intervento consente una detrazione Irpef pari al 50% per gli acquisti di mobili ed elettrodomestici. Per accedervi è necessario un solo requisiti fondamentale: realizzare gli acquisti dopo una ristrutturazione parziale o totale presso un proprio appartamento o proprietà. Gli elettrodomestici dovranno essere di classe A+, mentre i forni di classe A. Proprio di recente, inoltre, è stato allargato il budget dell’operazione passando dai 10.000 euro fissati inizialmente a un nuovo tetto massimo di 16.000 euro.

Leggi anche: Bonus Cashback, le nuove regole per il 2021

Cosa servirebbe a quel punto per poter ottenere il bonus? Innanzitutto dichiarare la spesa attraverso la dichiarazione dei redditi tramite scontrino o fattura. Poi ci sarebbe bisogno della dichiarazione di ristrutturazione, il titolo abitativo, la dichiarazione Enea per quanto concerne gli acquisti degli elettrodomestici e infine la partita iva del venditore.