Pixabay

Reddito di Cittadinanza, a Dicembre Ricariche in anticipo. Un’ipotesi su cui sembra che stiano al momento lavorando il governo e l’Inps. 

Nei prossimi giorni dovrebbero partire gli accrediti relativi alle ricariche delle carte del Reddito di Cittadinanza. Generalmente la scadenza per questo termine è fissata alla fine del mese, ma si è deciso per Dicembre di anticipare l’erogazione della prestazione affinché i beneficiari possano avere la possibilità di spendere la somma ricevuta durante le feste.

L’Istituto di Previdenza si è dunque mobilitato per anticipare il pagamento delle ricariche e nei prossimi giorni dovrebbe essere completati. Manca però ancora l’ufficialità su questo anticipo degli accrediti. 

Leggi anche: Reddito di Cittadinanza, in aumento il numero dei beneficiari

Reddito di Cittadinanza, Alleanza Contro la Povertà chiede di eliminare mese di sospensione

Pixabay

Alcune settimane fa, l’associazione Alleanza Contro la Povertà ha presentato una richiesta ufficiale per chiedere all’esecutivo di modificare la regola che prevede che, una volta scadute le diciotto mensilità previste dalla misura, vi sia un mese di sospensione prima di vedersi nuovamente accettato il rinnovo.

L’associazione ritiene infatti che questa sospensione già adesso coprendo tantissime famiglie che vengono private per un mese intero di un reddito che percepivano proprio in qualità di indigenti.

Leggi anche: Reddito di Cittadinanza, bonus fino a 133 euro: come ottenerlo

Come si legge nel documento, se si continua dunque a mantenere in vigore questa regola, vi sarà nei prossimi mesi un aumento esponenziale del “numero di persone che vedrà la propria condizione di vita peggiorare per le conseguenze economiche e sociali della crisi“.

La proposta avanzata da Alleanza Contro la Povertà, prevede che questo tema venga adesso discusso e successivamente inserito come emendamento in Legge di Bilancio. C’è poi anche la richiesta di allargare la platea di coloro che possono accedere al sussidio, permettendo ad esempio anche ai cittadini stranieri con meno di due anni di residenza di accedervi.

Al momento infatti è questo il periodo di tempo che una persona non residente in Italia deve maturare per poter presentare domanda per il Reddito di Cittadinanza.