Naspi proroga: possibili novità per reddito d’emergenza e bonus da 1.000 euro anche nel 2021? Ecco cosa filtra dal governo a proposito dell’eventuale rinnovo di questi due sussidi. 

Potrebbe esserci spazio, nel 2021, per una riconferma del reddito emergenza e del bonus da 1.000 euro? E’ questa la domanda che si stanno ponendo molti cittadini in vista dell’attuale scadenza fissata a dicembre e del nuovo anno. Tutti sperano in una nuova proroga Naspi, la terza eventualmente, la quale permetterebbe di elargire nuove indennità per le categorie in difficoltà a causa della crisi da Covid-19. Ma al momento, secondo quanto giunge, non ci sarebbero novità a tal proposito.

Naspi proroga: cosa succederà nel 2021?

Non sono valutazioni in corso, infatti, per prorogare di altre due mensilità il reddito di emergenza. Ciò che potrebbe avvenire, piuttosto, è una miglior ridistribuzione del reddito di cittadinanza secondo l’ultimissima proposta dell’Inps. Questa prevede una riorganizzazione del sussidio con una cifra tendenzialmente ridotta per tutti così da poterla smistarla a più famiglie possibili. Per la serie: un pezzo di torta più piccolo per ciascuno, così da poterla condividere con molte più persone.

Leggi anche: Bonus Ristorazione, come funziona e quando scade la domanda

Tuttavia bisogna attendere i primi mesi del 2021 per novità ufficiali in merito alla proroga del RdE. “Valuteremo nuovi interventi dopo marzo”, ha infatti annunciato il ministro del Lavoro interrogato proprio su tale possibilità. Pertanto – stando alle parole di Nunzia Cataldo – si deciderà tutto nei prossimi mesi. Motivo per cui, oltre alle opportune riflessioni, non possono esserci certezze assolute per ora.

Guarda anche: Bonus Inps 1.000 euro, stanno per scadere i termini per la domanda

Disoccupazioni, casse integrazioni e blocco dei licenziamenti: il verdetto giungerà dopo aver analizzato i dati che arriveranno sulle scrivanie degli esperti a lavoro per il governo. E’ chiaro, tuttavia, che molto dipenderà anche dalla curva epidemiologica di quel periodo e dalla riapertura o meno di diverse attività. In ogni caso, per motivi vari, filtra più pessimismo che ottimismo a proposito di un rinnovo Naspi.