Bonus Cashback, da oggi è possibile presentare richiesta per il rimborso. Inizia ufficialmente la fase sperimentale: vediamo nel dettaglio come funzionerà. 

È stata rilasciata negli app store l’applicazione Io, che consente finalmente ai cittadini di potersi iscrivere al programma per accedere al Bonus Cashback.

Si tratta di una misura varata dal governo che consente di ottenere un rimborso delle spese sostenute attraverso delle transazioni digitali. Una modalità scelta dall’esecutivo per disincentivare l’utilizzo del contante. Il programma di rimborsi partirà invece ufficialmente domani. Per poter usufruire di questo bonus, bisognerà dunque registrarsi all’App Io e fornire alcune informazioni, come ad esempio gli strumenti di pagamento elettronico che si utilizzeranno.

Va inoltre segnalato che alcuni utenti già oggi, prima giornata di iscrizioni, hanno lamentato alcuni disservizi sulla piattaforma e l’impossibilità di poetr completare l’iscrizione. PagoPa, azienda che si occupa gestire l’infrastruttura informatica su cui poggia il sistema, si è immediatamente scusata per disagi provocati agli utenti, dichiarando che si sta lavorando per risolvere i problemi. 

Leggi anche: Bonus 800 euro per collaboratori sportivi: quali sono i requisiti

Bonus Cashback, utenti lamentano disservizi sulla piattaforma

Pixabay

Fonti di Palazzo Chigi, riportate dall’Ansa, ci tengono però a sottolineare che questi disservizi si sono verificati anche perché in pochissimo tempo da quando era partito il via alle iscrizioni, si era raggiunta la soglia di oltre un milione e mezzo di richieste: “Solo nelle prime ore di oggi, con l’attivazione del servizio che consente di aderire al programma Cashback, sull’app IO abbiamo ricevuto quasi mezzo milione di nuove richieste di aggiunta di una carta nella sezione Portafoglio, con picchi di circa 6000 accessi al secondo. Al momento, sono già circa 1 milione gli utenti che hanno caricato un metodo di pagamento e stanno attivando il Cashback. Sono numeri impressionanti”

Il governo ha inoltre messo a disposizione dei cittadini alcune guide on line per aiutare a sbrigare nel modo più semplice possibile tutte le procedure per accedere al rimborso. Il mese di Dicembre appena iniziato, costituisce sostanzialmente la fase sperimentale di questa misura e i richiedenti, nel momento in cui la domanda viene accettata, avranno diritto a un rimborso extra di 150 euro per le spese di Natale. I soldi verranno accreditati sui conti correnti a partire da Febbraio 2021.

Mentre dal mese di Gennaio, la misura entrerà a pieno regime erogando questo rimborso due volte l’anno, per una cifra di 500 euro. A questi vanno inoltre aggiunti i 1.500 euro di bonus che vengono erogati in favore dei primi centomila che presentano richiesta.

Leggi anche: Decreto Ristori, Bonus 1.000 euro Inps: quando arriva l’accredito