Pixabay

Il nuovo Decreto Ristori Quater conterrà al suo interno alcuni bonus una tantum destinati al settore turistico e a quello sportivo. 

Il Decreto Ristori Quater è atteso la prossima settimana in Consiglio dei Ministri, ma il contenuto della prima bozza varata dal governo è già stato reso pubblico da alcuni giornali.

Si tratta del quarto decreto in poco meno di un mese per supportare tutti coloro che sono stati danneggiati dalle misure restrittive imposte dall’esecutivo per arginare la seconda ondata di contagi. Tra le varie misure presenti nella bozza, c’è il rinvio delle scadenza fiscali del 30 novembre e degli aiuti una tantum destinati ai lavoratori dei comparti economici più colpiti.

Per quanto riguarda il settore della ristorazione, il fondo da 600 milioni di euro che era stato stanziato con il Decreto Agosto, subisce una riduzione pari a 200 miliardi. 

Leggi anche: Decreto Ristori Quater, cosa prevede e quando sarà discusso

Decreto Ristori Quater, gli aiuti economici contenuti nella prima bozza

Pixabay

I lavoratori che operano nel turismo si vedranno invece corrisposta un’altra indennità una tantum di 1.000 euro a patto però che abbia cessato la loro attività lavorativa a partire dalla data del 1 Gennaio e che non risultino titolari di pensioni dirette e percettori di Naspi.

Un bonus di 800 euro viene riservato a lavoratori e collaboratori di società sportive e associazioni dilettantistiche. Sessantadue milioni di euro vengono invece destinati ai reparti delle forze dell’ordine impegnate attivamente nel contenimento del contagio del coronavirus mentre 5 milioni vengono erogati in favore dei vigili del fuoco, per il pagamenti degli straordinari resi necessari dal prolungarsi dell’emergenza sanitaria.

Una cifra pari a 500 milioni è stata invece stanziata come ristoro per le ingenti perdite subite dal settore delle fiere e dei congressi.

Leggi anche: Decreto Ristori Quater, nuovo bonus per lavoratori in Cassa Integrazione