Pixabay

Il Consiglio dei Ministri ha approvato ufficialmente il Bonus Figli 2021. A chi è destinato e attraverso quali modalità verrà erogato. 

Il Consiglio dei Ministri ha approvato alcuni giorni fa il Family Act, un disegno di legge pensato per offrire un sostegno economico alle famiglie italiane.

Nel commentare questo provvedimento la Ministra Elena Bonetti, durante un’audizione alla Commissione Parlamentare dell’Infanzia e l’adolescenza, ha dichiarato che il bonus verrà riconosciuto ad ogni famiglia, comprese partite Ive e incapienti. L’importo è ancora da definire, ma dovrebbe attestarsi sulla cifra di 240 euro per figlio.

Ma la somma andrà comunque aggiornata in base alle nuove direttive contenute nel disegno di legge e sarà calcolata in base all’Isee dichiarato, al numero di figli all’interno del nucleo familiare e alla loro età. 

Leggi anche: Inps, Bonus da 1.200 euro per le famiglie con figli a carico

Bonus Figli 2021, i casi in cui l’assegno verrà maggiorato

Pixabay

La Ministra ha poi chiarito che nel caso in cui si abbiano in carico soggetti portatori di handicap la prestazione assistenziale subirà una maggiorazione tra il 30 e 50 per cento e la misura verrà inoltre estesa per tutto l’arco della loro vita.

Non è ancora chiaro se il bonus verrà erogato in denaro o tramite credito d’imposta. È prevista anche un’altra maggiorazione dell’importo dell’assegno, per i figli successivi al terzo.

È bene inoltre chiarire, ai fini dei requisiti richiesti per accedere a questa misure di sostegno, che un figlio a carico fino a quando il suo reddito è pari a 2.840 euro. Nel calcolo vengono conteggiati anche retribuzioni derivanti da enti e organismi internazionali, reddito dei fabbricati, di lavoro autonomo o ‘d’impresa che risulta soggetto al regime minimo per le nuove attività produttive.

Leggi anche: Superbonus 110, Federconsumatori segnala truffe sugli attestati