Pensioni Invalidità, alcune persone non hanno ricevuto l’aumento: il motivo

Pensioni d’Invalidità, alcune persone non hanno ancora ricevuto l’aumento. Il motivo lo ha spiegato l’Inps con una circolare. 

Novembre è il mese in cui l’Inps ha iniziato a erogare gli aumenti sulle Pensioni di Invalidità stabilito dalla sentenza della Consulta che ha costretto il governo a intervenire e inserire questa misura nel Decreto Agosto.

Molti pensionati hanno già ricevuto l’aumento previsto mentre altri contribuenti segnalano di non averlo ancora incassato ma che comunque lo vedono comparire nell’area personale sul sito dell’Istituto. Altre persone invece lamentano di non averlo ancora ottenuto e di non aver ricevuto alcuna comunicazione in merito. 

Leggi anche: Pensioni, l’allarme di Bankitalia: cosa cambia con il coronavirus

Aumento Pensioni d’Invalidità, cosa dice la nota pubblicata dall’Inps

Pixabay

Con una nota pubblicata nella data del 28 Ottobre, l’Inps che ha spiegato che i primi aumenti verrano accreditati a Novembre, ma l’intera platea di beneficiari verrà raggiunta in un secondo momento nel mese di Dicembre.

Chi ritiene di aver diritto all’aumento deve in primo luogo verificare che il suo profilo sia aderente ai requisiti richiesti. L’aumento viene calcolato in base al reddito del pensionato e nel caso in cui risulti sposato, sommando anche quello del coniuge.

Inoltre, andava presentata un’apposita domanda per per poterlo ottenere che andava presentata entro il 9 Ottobre. Coloro che non hanno inoltrato la richiesta perdono il diritto all’aumento e sono tenuti a presentare la domanda. Non potranno però avere indietro gli arretrati in quanto la legge ha stabilito che l’incremento al milione inizia il primo del mese successivo all’accettazione delle richiesta.

Leggi anche: L’allarme del Codacons: “Pensioni italiane tra le più basse in Europa”