Nuovo Bonus per Partite Iva: chi ne ha diritto. L’INPS ha pubblicato una circolare sull’indennità aggiuntiva destinata ai lavoratori autonomi.  

L’INPS ha fornito ulteriori chiarimenti in merito alla circolare INPS, pubblicata il 18 Settembre 200 che riguardava l’erogazione aggiunte le categorie dei lavoratori autonomi e collaboratori continuativi che erano stato costretti a sospendere la loro attività lavorativa causa della crisi del coronavirus.

Il Decreto Cura Italia ha infatti previsto un bonus aggiuntivo, che avrà validità per un periodo massimo di tre mesi, che sarà parametrata in base al periodo effettivo di sospensione dell’attività. 

Bonus Partite Iva: chi ne ha diritto

Contratto di solidarietà 2020: come funziona e chi ne ha diritto

Questo bonus aggiuntivo viene riconosciuto alle seguenti categoria:

  • collaboratori coordinati e continuativi, che abbiano un rapporto attivo alla data del 23 Febbraio 2020
  • titolari di rapporti di agenzia e di rappresentanza commerciale
  • lavoratori autonomi e professionisti. Tra questi sono compresi i titolari di attività d’impresa che risultano iscritti all’assicurazione generale obbligatoria e alle forme esclusive e sostitutive della stessa
  • i liberi professioni titolari di Partita Iva a patto che sia attiva dalla data del 23 Febbraio 2020
  • liberi professionisti che risultano iscritti alla casse autonomi professionisti
  • i lavoratori che alla data del 23 Febbraio 2020 erano in attività lavorativa e risultano iscritti alle Gestioni speciali dei lavoratori autonomi artigiani, commercianti, coltivatori diretti, mezzadri e coloni
  • – imprenditori agricoli professionali  che risultano iscritti alla Gestione Autonoma, i coadiuvanti e coadiutori artigiani, coltivatori diretti, commercianti e i lavoratori agricoli che risultano iscritti alle rispettive gestioni autonome. 

I soggetti che vengono indicati come beneficiari della misura, devono dunque aver svolto la loro attività professionale alla data del 20 Febbraio 2020. O in alternativa, risultare residente o domiciliati in uno dei comuni segnalati dal governo come “zona rossa”.

Bonus Partite Iva: come presentare domanda

La  domanda per ottenere l’indennità aggiuntiva dovrà essere inoltrata all’INPS esclusivamente tramite metodo telematico attraverso i canali messi a disposizione dell’Istituto nel sito istituzionale.

In alternativa, si potrà chiamare il Contact Center al numero verde 803 164 da rete fissa, oppure al numero 06 164164 da rete mobile. Sarà L’INPS attraverso una comunicazione telematica ad attivare il nuovo servizio. 

Leggi anche: Bonus Sicilia, 35 mila euro a fondo perduto: quali aziende ne hanno diritto