Il governo ha inserito nel Decreto Agosto degli incentivi e delle agevolazioni fiscali per tutte le aziende che decidono di assumere nuovo personale nei prossimi mesi.

Una misura pensata per rilanciare l’economia italiana e il mercato del lavoro, messo a dura prova dalla crisi innescata dalla pandemia di coronavirus. Queste agevolazioni riguarderanno sia le assunzioni con contratti a tempo indeterminato, sia quelle che avvengono con contratti a termine. 

Per le imprese che operano nel settore turistico e in quello degli stabilimenti balneari e che decidono di assumere nuovo personale, viene riconosciuto l’esonero dal versamento dei contributi previdenziali anche nel caso in cui l’assunzione avvenga con contratto a tempo determinato.

Le assunzioni devono avvenire entro il 31 dicembre 2020. Non sono compresi contratti di apprendistato e contratti di lavoro domestico. 

Incentivi per nuove assunzioni: i lavoratori esclusi dal Decreto Agosto

Questo esonero contributivo non può essere riconosciuto per i lavoratori che nei sei mesi precedenti all’assunzione erano impiegati presso la medesima azienda con contratto a tempo indeterminato, e nel caso in cui venga superato il limite di minori entrate contributive la cui soglia è stata fissata a 371,8 milioni per il 2020 e 1.024,7 milioni per l’anno 2021.

L’Inps è incaricata del monitoraggio del controllo del rispetto di questo limite di spesa. L’Istituto di Previdenza Sociale ha inoltre l’obbligo di fare rapporto al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e al Ministero dell’Economia e delle Finanze. 

Nel caso in cui si verificassero scostamenti, non sarà possibile adottare altri provvedimenti concessori.

Leggi anche: Ecobonus Auto 2020: i nuovi incentivi dopo il Dl Agosto