Amazon Prime aumenta i costi. Come comportarsi

Per il 4 aprile è previsto un aumento di prezzo. Amazon Prime, il noto abbonamento Amazon che prevede spedizioni gratuite illimitate, tra pochi giorni modifica il suo abbonamento. Chi aveva deciso di usufruire del servizio spendeva 19,99 euro l’anno. Da adesso, il costo passa a 36 euro.

In questi giorni il più noto e-commerce al mondo ha iniziato ad avvertire i propri utenti con un’email e la notizia non è passata certo inosservata. Il canone per il servizio è infatti raddoppiato se pagate per un intero anno. Per un mese invece, il prezzo è di 4,99€. Perciò più di 50 euro l’anno.

E’ stato il proprietario di Amazon a decidere per allineare il costo italiano a quello degli altri paesi europei. Gli inglesi pagano già 79 sterline l’anno, i tedeschi 69 euro etc.

Vale la pena Amazon Prime?

A questo punto vale la pena chiedersi se davvero ha senso pagare questo canone aggiuntivo assolutamente non obbligatorio.

  • Niente spese di spedizione, anche se spendete meno di 29€ (sopra questa cifra sono già gratis).
  • Oltre 2 milioni di prodotti vi vengono consegnati in giornata.
  • Accesso a Prime Video se pagate il canone annuo. E’ una piattaforma simile a Netflix.
  • Accesso a Prime Photo, che permette di archiviare nello spazio cloud le proprie foto
  • Twitch Prime, permette di acquistarvi videogiochi con sconti interessanti

E’ chiaro che se i servizi aggiuntivi di Amazon Prime non vi interessano, potrebbe non aver senso tale abbonamento. Se però siete soliti fare piccoli acquisti su Amazon, potreste comunque trovare conveniente l’abbonamento piuttosto che pagare ogni volta le spese di spedizione. Vi conviene anche se più di 5 volte l’anno chiedete la spedizione in 1 o 2 giorni lavorativi.

Ovviamente conviene chiedersi se davvero ci occorrono spedizioni veloci oppure se possiamo aspettare tranquillamente un po’ di più. Oppure se effettivamente dobbiamo fare tanti piccoli acquisti oppure se possiamo unirli così da fare spese da più di 29€ e avere ugualmente la spedizione gratuita.

Se non è più così conveniente per voi, potete disdire tranquillamente Amazon Prime dal vostro profilo.

Share

Recent Posts

Come funziona la tassa agevolata sui redditi prodotti all’estero

Per uno Stato italiano con casse non propriamente piene e con un’evasione fiscale elevata, i…

6 giorni ago

Salvataggi bancari? Le banche scaricano sui correntisti i costi annessi

Quando viene a mancare il sostegno dello Stato, le banche in difficoltà si affidano al…

1 settimana ago

Spagna, 8 brand bancari tra i 500 più apprezzati al mondo

Abanca è la banca spagnola che è cresciuta maggiormente in termini di valore del brand,…

1 settimana ago

Agenzia delle Entrate, disponibili sul sito i 175 modelli ISA definitivi

La versione definitiva dei 175 modelli ISA (Indici sintetici di affidabilità fiscale) è finalmente disponibile…

2 settimane ago

Coronavirus: tanti i danni per l’economia cinese, e le banche centrali fanno orecchie da mercante

Mentre la Cina sta continuando a combattere contro il coronavirus, il mondo si sta chiedendo…

2 settimane ago

Il modello tedesco dell’Irpef si fa avanti anche in Italia: l’ipotesi di riforma

Il ministro dell'Economia Gualtieri è stato chiaro: semplificazione, alleggerimento della pressione fiscale e progressività. Insomma…

2 settimane ago